domenica 27 dicembre 2009

Dopo l'alluvione, rimbocchiamoci le maniche!

Lavori straordinari di pulizia stamane dopo la doppia alluvione di pochi giorni fa. Alcuni volontari hanno risposto all’appello e sono venuti a dare una mano qui all’oasi per rimuovere detriti e spazzatura portati dalla piena e recuperare panche e tavolini in legno dell’area attrezzata portati alla deriva.



Una buona notizia è che le quattro
bacheche del percorso natura non sono state danneggiate mentre purtroppo quasi tutti i pali segnaletici del percorso ginnico sono a terra.

Il centro visite, essendo una
struttura sopraelevata, non è stato inondato, l’acqua è arrivata alla pedana e alcune tavole si sono imbarcate. Lo scivolo di acceso in terra battuta però è stato danneggiato e all’interno non arriva più la corrente elettrica.

La sentieristica non è ancora
interamente percorribile in quanto parzialmente allagata. Occorrerà quindi un’altra giornata di lavoro per liberarla da detriti e rifiuti. La conta dei danni non è ancora definitiva ma nel giro di pochi giorni consegnerò una relazione dettagliata all'Ente Parco e al Comune di Arcola in previsione di eventuali finanziamenti per danni alluvionali.


Meno fortuna hanno avuto gli
impianti di tiro con l’arco e l’adiacente campo di agility, letteralmente spazzati via dalla piena!
Ancora una volta un grande ringraziamento ai volontari Claudio Grillo, Giuliano
Pochini, Fabrizio Ronaldi e Stefania Vesco che oggi sono intervenuti per dare una mano all'Oasi.




mercoledì 23 dicembre 2009

Esondazione del 23 dicembre 2009 Prosegue l'ALLERTA 2

"Le previsioni meteorologiche per le prossime 48 ore segnalano una ripresa dei fenomeni precipitativi a partire dal pomeriggio del 23/12/2009 che andranno ad esaurirsi nella giornata di venerdì 25/12/2009. Tali precipitazioni saranno persistenti e colpiranno in particolar modo le zone C ed E. "
Questo è dunque il bollettino della Protezione Civile per le prossime ore (visita sito). Stamane ho fatto un sopralluogo all'Oasi e la sitiazione era la seguente: il fiume Magra è uscito dall'alveo e ha invaso l'area golenale, alle 7.30 l'acqua sommergeva il parcheggio per circa un metro. Già alle ore 10.00 il fiume si era ritirato come potete vedere dalle foto che ho postato.
Grandi danni apparenti non ne ho veduti, solo un paio di tavoli di legno dell'area attrezzata sono stati divelti. Anche l'Ente Parco Montemarcello-Magra ha effettuato un sopralluogo e in mattinata mi ha contattato per aggiornarmi della situazione. Nei prossimi giorni valuteremo insieme gli eventuali danni e problematiche.
Purtroppo il fiume ha portato anche con se sacchetti dell'immondizia e altri rifiuti. Una volta rientrata l'emergenza occorrerà quindi ripulire e risistemare l'area. Faccio quindi appello fin da ora a tutti i soci e simpatizzanti dell'Oasi di contattarmi telefonando al 349 095 60 80 o scrivendo una mail a 0asi.arcola@lipu.it per organizzare una giornata di pulizia straordinaria.

A tutti un saluto e un augurio di Buone Feste

Davide Barcellone
Resp. Oasi LIPU Arcola
Cell.: 349 095 6080

martedì 22 dicembre 2009

L'oasi sotto la neve

Fine settimana di freddo e neve all'Oasi, strade intransitabili su quasi tutta la provincia e di conseguenza Centro visite chiuso. Questa foto è stata scattata da Angelo Bordigoni che sfidando le intemperie ha raggiunto l'Oasi documentando quanto sopra. Vi diamo appuntamento, tempo permettendo, il prossimo fine settimana. Ma anche con il centro visite chiuso si continua a lavorare: abbiamo definito in Piano Generale Triennale dell'Oasi, un documento molto importante che contiene tutti gli ambiziosi progetti del futuro per i quali avremo bisogno dell'aiuto di tutti voi! Per il momento auguriamo a tutti gli amici dell'Oasi un FELICE NATALE!

lunedì 14 dicembre 2009

Ad Arcola mostra fotografica di Alberto Maggiari

Ho ricevuto dal Comune di Arcola questo invito che volentieri pubblico, a presto!
Davide

Presso la Sala Polivalente prosegue fino al 28 dicembre la mostra fotografica di entomologia, di Alberto Maggiari dal titolo “Quando la Natura è Arte…” Si tratta di una raccolta di 24 delle sue migliori fotografie riprodotte su tela, accompagnate da due filmati intitolati “Mimetismo e Natura e Arte”, dove musica e effetti digitali faranno immergere completamente lo spettatore nella magia del microcosmo degli insetti. Colori e comportamenti di coleotteri e farfalle ripresi durante il volo, farfalle che escono dal loro bozzolo, mantidi in accoppiamento mentre tentano di cibarsi del compagno e delicati meccanismi di difesa che spaventano o confondono il predatore.
Arcolano di nascita, Alberto Maggiari è stato a lungo insegnante di educazione tecnica. La sua passione per la fotografia e il mondo degli insetti lo ha portato ad avvicinarsi alla macrofotografia naturalistica. Presidente del Circolo fotografico sarzanese fino agli anni 90, ha vinto numerosi concorsi fotografici nazionali. Le sue foto sono state pubblicate su riviste specializzate e nell’enciclopedia “Animali e animali” di Licia Colò e Francesco Petretti.
Il suo lavoro prende forma ben prima dello scatto fotografico, infatti per immortalare gli insetti in momenti così delicati della loro esistenza, è spesso necessario dedicarsi all’allevamento, partendo, talvolta direttamente dalla crisalide.