venerdì 17 dicembre 2010

La scuola Primaria di Romito sfida il gelo!

Ecco i bimbi della 2° A e 2° B della Scuola Primaria di Romito Magra impegnati nella preparazione delle pigne natalizie, pigne speciali imbottite di semi, frutta secca e grasso che i bimbi appenderanno ai rami degli alberi nel cortile della loro scuola per aiutare codirossi, passeri, ballerine, cince, merli ecc. a superare questo difficile inverno.
I piccoli aiutanti della LIPU sono stati accompagnati dalle insegnanti Gloria Rama, Carla Orlandi e Silvia Schiaffini sfidando le rigide temperature esterne ed interne: -4°C all'interno del Centro Visite!Sono sei le classi della scuola di Romito che finora ci sono venute a far visita nel corso del mese di dicembre per partecipare al laboratorio didattico, imparando assieme ai volontari della LIPU (Ercole, Franca e Orietta) a costruire da scarti di tavole di abete nidi per cince, mangiatoie e ripari per i piccoli uccelli che durante l'inverno si avvicinano alle nostre case e cortili. Un progetto programmato in accordo con le insegnanti di tutta la scuola e con l'Assessore alla pubblica istruzione - cultura e politiche giovanili del Comune di Arcola, Emiliana Orlandi, progetto che si spera avrà la sua prosecuzione nel 2011 al rientro dalle vacanze natalizie per poter far partecipare tutte le altre scuole del comune.

Davide Barcellone
Resp. Oasi LIPU Arcola

Banchetto lenticchie di Natale 2010

Doppio impegno anche quest'anno per la LIPU sul territorio spezzino. Dopo il successo del banchetto allestito dal delegato spezzino Paolo Canepa e dai volontari della sezione La Spezia svolto il 4 e 5 dicembre, è stata la volta del banchetto dell'Oasi LIPU Arcola allestito sabato 11 e domenica 12 al Centro Commerciale Conad Leclerc di Santo Stefano Magra.
Anche in questo caso tanto freddo e tanti volontari coraggiosi, direi lo "zoccolo duro" dell'Oasi (Ercole, Franca, Valter, Donatella, Orietta, Paolo e Claudio).
Parlare con i passanti dell'iniziativa non è stato facile, la gente è sempre di corsa e intimorita dalla richiesta di soldi, costretta durante il periodo natalizio ad un vero e proprio slalom tra banchetti benefici di varia natura.
Ma il tema di quest'anno ci toccava in modo particolare riguardando infatti la raccolta di fondi per finanziare e sostenere i progetti delle 30 Oasi LIPU d'Italia.
Ecco perchè il nostro obiettivo principale è stato quello di far conoscere la giovane Oasi di Arcola, i suoi progetti e i lavori finora svolti attraverso anche una piccola mostra fotografica che meglio di tante parole illustrava le diverse attività di gestione.

Domenica poi abbiamo provato ad attirare le persone allestendo un banchetto con
un pentolone di lenticchie fumanti! Devo dire che erano buonissime (soffritto di aglio, cipolla e alloro) ma è pur vero che non altrettanto buono è stato il successo dell'idea. Inspiegabilmente infatti solo in pochissimi hanno accettato l'assaggio (tranne Mustafà, che se ne è scofanati due piatti), per cui alla fine me le sono portate a casa e ci ho cenato per una settimana.
Le vendite sono state simili a quelle dello scorso anno. A far la differenza quest'anno è stato il mega-acquisto di Claudio (200 euri di lenticchie, pasta e vino!) per contio di amici e Parenti, Bravo Claud!
Ercole e Davide, novelli clocard del terzio millennio

lunedì 6 dicembre 2010

"IL FIUME DI SMERALDO" il nuovo documentario di Valter Torri


Cari soci e simpatizzanti,
ho il piacere di segnalarvi la presentazione di un nuovo documentario naturalistico firmato Valter Torri, documentarista di fama internazionale, videografo, subacqueo, nostro conterraneo e, lasciatemelo dire, nostro volontario dell'Oasi. Ecco l'appuntamento:

VENERDì 10 DICEMBRE ORE 10.00
Il Parco di Montemarcello-Magra invita alla presentazione del DVD naturalistico “Il fiume di Smeraldo ” di Valter Torri c/o cinema Moderno via del Carmine, 35 Sarzana Sp
Visita il sito DOCUMENTARIA FILM

Saluti

Davide Barcellone
Resp. a fine corsa dell'Oasi LIPU Arcola

mercoledì 1 dicembre 2010

Arrivano le lenticchie di Natale per finanziare i progetti delle Oasi LIPU!!

Un Natale per la Natura” è il titolo dell’iniziativa che la LIPU organizza per sabato 4 e domenica 5 dicembre 2010 nelle piazze italiane.

La sezione LIPU di La Spezia sarà presente con un banchetto in Corso Cavour all'altezza di P.za Beverini dalle ore
9.00 di sabato 4 alle ore 19.30 di domenica 5.(info Paolo Canepa 328.6922829)

L'Oasi LIPU Arcola parteciperà all'evento sabato 11 dicembre dalle 14.00 alle 19.30 e domenica 12 dalle 9.00 alle 19.30 presso l'ingresso del supermercato CONAD LECLERC di Santo Stefano Magra.
(info Davide Barcellone 349.0956080)
In cambio di una piccola donazione, si potrà ricevere una confezione di Lenticchie LIPU e sostenere così il progetto Oasi, veri e propri tesori di biodiversità dove vivono centinaia di specie di uccelli e numerosissime altre specie animali e vegetali e che fun
zionano da veri e propri laboratori didattici all’aperto, dove ogni anno 200mila visitatori imparano a conoscere la biodiversità.
In cambio di soli cinque euro i volontari offriranno al pubblico una confezione da 500 grammi di lenticchie biologiche prodotte dalla cooperativa La Terra e il Cielo, a cui verrà abbinata gratuitamente una confezione di pasta biologica di semola di grano duro da 250 grammi, nel formato “festoni”.
Un abbinamento perfetto per cucinare un pasto equilibrato che offre carboidrati e proteine, partendo da prodotti privi di sostanze chimiche e realizzati con metodi rispettosi dell’ambiente e della biodiversità.
Visita il sito dell'iniziativa cliccando QUI!

martedì 9 novembre 2010

I vincitori del concorso fotografico "IMMAGINI DALL'OASI"


1° PREMIO ASSOLUTO
con 67 preferenze "AMORE D'AUTUNNO" di Franca Donati

SEZIONE MACRO:

1° classificato con 51 preferenze "BRUCO DI MACAONE" di Checchi Giacomo del Circolo Fotografico Ortonovese
2° classificato con 37 preferenze "ADONIS BLUE" di Temani Gabriele
3° classificato con 31 preferenze "AMACRIDIUM AEGYPTIUM" DI Lorenzini Alice del Circolo fotografico Ortonovese


SEZIONE UCCELLI:

1° classificato con 36 preferenze "PETTIROSSO" di Virgilio Garbusi
2° classificato con 34 preferenze "MARTIN PESCATORE" di Temani
Gabriele
3° classificato con 29 preferenze "PICCOLO DI CORRIERE PICCOLO" di Cocchi Vittorio





SEZIONE HBITAT E SUGGESTIONI:

1° classificato con 47 preferenze "NINFEA" di Buoso Ercole
2° classificato con 47 preferenze "SCORCIO" di Temani Gabriele
3° classificato con 33 preferenze "INSIEME" di Formaini Federica

Le schede scrutinate sono state 122, vi ricordo che la mostra rimarrà visitabile fino al 31 dicembre. Un grande ringraziamento a tutti quelli che sono intervenuti sabato scorso, ai volontari, grazie per il vostro contributo!

Una piccola curiosità: ultimo classificato, con appena 2 preferenze "ORCOCANE" di Davide Barcellone, (ovvero io, Responsabile dell'Oasi e curatore del concorso!), che per punizione organizzerà nel 2011 un corso di fotografia naturalistica per principianti e si obbligherà a partecipare assiduamente!

giovedì 4 novembre 2010

Castagnata e premiazione mostra fotografica

Premiazione mostra fotografica “Immagini dall’Oasi”
con castagnata finale
Sabato 6 novembre 2010

PROGRAMMA:
Ore 14.30: premiazione del primo concorso di fotografia naturalistica dell’Oasi LIPU Arcola, a seguire, Caldarroste e vino rosso in compagnia degli amici dell’Oasi. Nel corso del pomeriggio avverrà la liberazione di un rapace. Vi aspettiamo presso il Centro Visite dell’Oasi LIPU Arcola, Loc San Genisio, Area attrezzata Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra
La partecipazione è a offerta libera

per informazioni: 349.0956080; mail: oasi.arcola@lipu.it

lunedì 1 novembre 2010

Avviso di ALLERTA Idrologica livello 2

Cliccare sull'immagine per aggiornamenti in tempo reale

Il fiume Magra è esondato in loc San Genisio di Arcola rimanendo comunque dentro gli argini. Il centro visite è allagato, aspettiamo il ritiro delle acque per la conta dei danni.
Fortunatamente nel corso degli ultimi mesi abbiamo ripulito in tempo il bosco asportando alberi abbattuti e ramaglie, possibilità data dal settore Difesa del Suolo della Provincia e del Comune di Arcola (Scarica modulo per racccolta legna).

Ecco il Bollettino dell'ARPAL-PROTEZIONE CIVILE
:

Validita' : dalle ore 11:00 del 01/11/2010 alle ore 23:59 del 01/11/2010 Comunicati : In ragione delle piogge osservate e delle valutazioni effettuate in fase di sorveglianza SI MANTENGONO I LIVELLI DI ALLERTA

Prestare particolare attenzione al possibile innesco di frane.

Si comunica che la Sala Operativa Regionale rimarra'presidiata sino a fine evento

Sono attivati fino a termine emergenza i benefici del DPR 194/2001 per il Volontariato di P.C
Tenersi aggiornati in tempo reale sul sito METEOLIGURIA

domenica 31 ottobre 2010

La Tragica fine di un tarabuso


Forse il freddo, forse la denutrizione o una qualche forma di avvelenamento hanno portato alla morte uno splendido quanto raro tarabuso. Chi ce lo ha consegnato, lo ha trovato agonizzante nei pressi di un uliveto sopra le colline del Muggiano (La Spezia), dove è morto dopo poche ore. La proprietaria del fondo, tramite l'amico Vittorio, ci ha comunque contattato per consegnarcelo. Noi a nostra volta lo abbiamo consegnato alla Dott.ssa Landini Elenora della Polizia Provinciale che con ogni probabilità provvederà a imbalsamarlo per la collezione tassidermica del Museo di Calice al Cornoviglio.
Cogliamo comunque l'occasione per stilare la scheda della specie.

SCHEDA TARABUSO
Botaurus stellaris
(Linnaeus, 1758)

Nome dialettale
(Val di Magra): Capon de padù

SISTEMATICA: Classe: Aves; Ordine: Ciconiiformes; Famiglia: Ardeidae RICONOSCIMENTO E IDENTIFICAZIONE: E' riconoscibile per il piumaggio mimetico, bruno con barre e screziature, le lunghe zampe verdi, ma soprattutto per le potenti tipiche vocalizzazioni che il maschio emette in primavera e che si possono udire anche a notevoli distanze. Quando si nasconde tra la vegetazione acquatica assume una particolare posizione, con il collo allungato ed il becco rivolto verso l'alto. Il volo è lento e dal basso sono evidenti le ali larghe e rotonde, barrate di bruno e nero. Può essere confuso gli immaturi della Nitticora, decisamente più piccoli e "macchiati" (Peterson et al., 1988).

DISTRIBUZIONE: Specie eurasiatica. Circa i tre quarti della popolazione europea si trovano in Russia
ed in Ucraina, mentre nell'Europa nord-occidentale i contingenti più cospicui sono presenti in Francia e nei Paesi Bassi. Nel vecchio continente le popolazioni settentrionali ed orientali sono migratorie, mentre quelle occidentali sono più sedentarie ed i loro eventuali spostamenti sono associati a condizioni climatiche particolarmente difficili. In Italia è parzialmente sedentario e nidificante lungo la fascia costiera dell'alto Adriatico (Emilia-Romagna, Veneto, Friuli- Venezia Giulia), della Puglia e della Toscana, mentre è raro e localizzato all'interno della Pianura Padana, dove è stato osservato in Piemonte ed in Emilia-Romagna. In Piemonte e Toscana sono stati segnalati negli ultimi anni nuovi siti di nidificazione ed un incremento delle coppie presenti (Puglisi et al., 1997). Non vi sono dati certi riguardanti la presenza del Tarabuso in Sardegna nel corso del periodo riproduttivo. In passato pare fossero decisamente più numerose le coppie che utilizzavano i territori italiani per la nidificazione, ma il decremento nel nostro Paese trova conferma nell'andamento generale registrato in Europa. Nel periodo invernale giungono segnalazioni dal continente, dalla Sardegna e dalla Sicilia, dove però la presenza della specie è piuttosto irregolare. Invece costante è lo svernamento nella Pianura Padana, soprattutto in Piemonte, Lombardia e nella fascia costiera alto-adriatica. (Brichetti, 1992).
Presenza in provincia della Spezia:
Carazi (1887) lo segnalava come “comune nel passo primaverile, scarso d’autunno”; Biagioni (1994) lo segnala come presente durante il periodo migratorio e quello riproduttivo come probabile nidificante ma di difficile osservazione.


ALIMENTAZIONE:
è molto variabile in rapporto al luogo ed alla stagione. Si nutre prevalentemente di pesci appartenenti ad una grande varietà di specie diverse (Ciprinidi, Esox lucius, Lepomis gibbosus); di anfibi (Rana esculenta) di insetti, adulti e larve, di ragni, crostacei e molluschi. Può catturare anche serpenti, lucertole, nidiacei di uccelli (Rallus aquaticus, Tachybaptus ruficollis) ed addirittura piccoli mammiferi (Neomys fodiens). In minime quantità consuma anche resti vegetali (Typha). Caccia da solo, prevalentemente al crepuscolo o nella notte, in corpi d'acqua ricchi di vegetazione tra cui nascondersi. Per catturare le prede cammina lentamente nelle acque poco profonde sostando per lunghi periodi in attesa di avvistare la propria vittima (Cramp e Simmons, 1977; Voisin, 1991; Brichetti , 1992; del Hoyo et al., 1992).

HABITAT: E' una specie strettamente legata ad ambienti umidi, di abitudini schive. nel periodo riproduttivo frequenta zone paludose tranquille e con acque dolci: stagni, rive di laghi e grandi fiumi, casse di colmata e di espansione. Necessita di una fitta vegetazione emergente che lasci spazi aperti in cui pescare, di fondali poco profondi e di fluttuazioni minime del livello dell'acqua. Raramente lo si incontra in delta od estuari, le cui acque sono troppo salmastre, mentre dimostra una spiccata predilezione per fragmiteti estesi. Nidifica in zone umide costiere, più raramente nelle aree dell'interno. Nella stagione fredda, durante la migrazione, frequenta zone umide poco estese: stagni, lanche, cave abbandonate, risaie; lo svernamento invece avviene in territori paludosi con fitta vegetazione emergente: fragmiteti, tifeti, scirpeti. Talvolta lo si avvista anche in aree suburbane (Cramp e Simmons, 1977; Voisin, 1991; Brichetti, 1992; del Hoyo et al., 1992; Boano, 1997).
RIPRODUZIONE: la stagione riproduttiva in Eurasia interessa i mesi tra marzo e giugno, ma occasionalmente può iniziare anche più precocemente anticipando fino a gennaio. In Italia il maschio può iniziare ad occupare il territorio in cui verrà edificato il nido già nel mese di febbraio e la deposizione delle uova in genere ha luogo dalla metà di marzo alla fine di aprile. Si ha una sola covata all'anno, di 4-5 uova (raramente 3-7), che vengono incubate solo dalla femmina a partire dalla deposizione del primo. Il maschio può essere poligamo, arrivando ad accoppiarsi con cinque femmine nella stessa stagione. E' una specie di indole solitaria, i cui maschi difendono strenuamente il territorio. Il nido viene costruito dalla sola femmina, non lontano dall'acqua, su un letto di canne e vegetazione acquatica ed è rappresentato da un cumulo di canne, falaschi ed altro materiale vegetale. La concavità centrale può essere rivestita con piccoli rami e foglie di piante palustri. I pulli verranno accuditi solo dalla madre. (Harrison, 1988; Voisin, 1991; Brichetti, 1992; del Hoyo et al., 1992).
CANTO: il verso è simile ad un muggito ed è udibile fino a cinque km di distanza. ascolta il canto STATUS: Principali cause del declino di questa specie sono imputabili alla degradazione ed alla scomparsa di zone umide adatte alla nidificazione, e soprattutto di quelle caratterizzate da estesi canneti, fenomeno verificatosi soprattutto fino agli anni '60-'70. Altre minacce sono da ricercarsi nel disturbo arrecato dall'uomo, al quale questa specie molto diffidente è particolarmente sensibile, agli urti contro i cavi elettrici ed alle uccisioni illegali. A questo si aggiunge il prelievo sconsiderato di pulli ed uova dai nidi, favorito dalla mancanza di tutela e protezione delle aree di nidificazione. Anche l'inquinamento è responsabile del declino del B. stellaris: la peggiorata qualità delle acque ha causato la diminuzione delle prede disponibili e quindi un decremento del successo riproduttivo, nonché l'abbandono dei territori in precedenza utilizzati per la ricchezza di cibo e vegetazione in mezzo alla quale ripararsi e costruire il nido (Batten et al., 1990; Brichetti , 1992; del Hoyo et al., 1992; Tyler, 1994).
COMPORTAMENTO: Durante la stagione riproduttiva è solitario e difende marcatamente il territorio, mentre durante la migrazione diviene gregario, formando gruppi di quaranta individui o più. specie a sessi simili, il maschio ha dimensioni maggiori (Brichetti, 1992).
BIBLIOGRAFIA:
- Rete Ecologica Nazionale
- Wikipedia

martedì 5 ottobre 2010

BUON COMPLEANNO OASI!

Dico la verità,se ripenso a tutto il lavoro che abbiamo svolto, la pulizia e la riapertura dei sentieri, i tanti Eventi Natura organizzati, le liberazioni, le scuole in visita, due inondazioni, la neve, gli uccelli che vanno e vengono nel corso delle stagioni, ecc, ecc... a me sembra essere passato un secolo dal giorno dell'inaugurazione del Centro Visite dell'Oasi. Eccoci qua quindi a raccontare come sono andate le giornate dell'Eurobirdwatching e il PRIMO COMPLEANNO DELL'OASI!. La fortuna ci ha assistito per i festeggiamenti, il tempo ha tenuto e siamo riusciti a svolgere al meglio le diverse attività che avevamo messo in programma. Ancora una volta la presenza dei volontari è stata fondamentale per la riuscita del'evento. A Franca, la grande ordinatrice, le varie Stefanie, Claudio, Orietta, Lunita, Daniela, Stefano, Ercole, Virgilio, Vittorio UN ENORME GRAZIE!!
Ma andiamo con ordine.


Mostra fotografica:
sabato mattina, alla presenza del Sindaco di Arcola Livio
Giorgi e del Presidente del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra Walter Baruzzo è stata inaugurata "IMMAGINI DALL'OASI", la prima mostra fotografica dell'Oasi. In appena tre settimane abbiamo ricevuto 52 immagini divise in tre temi: Uccelli, Macro, Habitat e suggestioni fluviali. La mostra rimarrà visitabile fino a dicembre e i visitatori potranno votare le foto più belle fino al 31 ottobre.







Laboratorio didattico "Costruiamo insieme un Forno solare": i ragazzi della 3°B della Scuola Media di Arcola accompagnati da Emiliana Orlandi, Insegnante e Assessore alla Pubblica istruzione, cultura ed ambiente del comune di Arcola, hanno partecipato al laboratorio didattico "Costruiamo un forno solare" ideato e progettato dai soci Daniela Molteno, insegnante e il marito Stefano Natale, abile artigiano del legno.


Daniela e Stefano hanno fatto lavorare i ragazzi nella costruzione di uno speciale
forno solare utilizzando materiali semplici come scatole di cartone, carta di giornale, pellicola di alluminio e plexiglass, un forno in grado di cuocere davvero, come potete vedere dalle foto e raggiungere in condizioni ottimali i 160°C!

Ma ancora più spettacolare è stato vedere in funzione il forno solare formato famiglia, più simile ad un'astronave a dire il vero, sempre opera di Stefano e Daniela. Pensate che è stato sufficiente il timido sole di ottobre per portare la temperatura della camera di cottura fino a 240°C. E' bastato poco quindi per cuocere una bella teglia di mele che i ragazzi si sono sbaffati in quattro e quattrotto .


Liberate due poiane: come ormai è consuetudine nel corso degli eventi e delle feste dell'Oasi, sono state liberati due bellissimi esemplari di poiana (Buteo buteo) provenienti dal C.R.A.S. WWF dei Ronchi. Il trasporto dei due animali e la loro consegna è stata affidata al Dott. Claudio Grillo, volontario e attivista LIPU, che si è recato in mattinata al Centro Recupero Fauna Selvatica. La prima poiana, una grossa femmina, è stata liberata da Guido e Marta, due giovani fratellini soci LIPU di Genova; la seconda poiana, un maschio piuttosto combattivo, è stata liberata da Marco Dadà e Arber Mecani, due alunni della 3° B della Scuola Media di Arcola.




Rinfresco vegetariano: essendo questa la "Settimana mondiale del vegetarianesimo" abbiamo pensato di offrire a pranzo diverse specialità vegetariane preparate dai nostri soci, accompagnate da fette di pane pugliese e formaggi biologici della cooperativa Casearia Val di Vara, grigliate dentro il forno solare!






Laboratorio nidi e mangiatoie:
il sabato pomeriggio si è svolto poi l'ormai classico laboratorio didattico per la costruzione di nidi e mangiatoie.

Premiazione concorso Spring Alive Junior: In occasione del lancio del progetto Spring Alive nel marzo scorso, la rivista ALI JUNIOR aveva indetto un concorso per la raccolta del maggior numero di avvistamenti delle quattro specie protagoniste del progetto: rondine, rondone, cuculo e cicogna bianca. A vincere sono stati due giovani soci di Genova, Guido e Marta Callegari che abbiamo invitato qui all'oasi per complimentarci del gran numero di avvistamenti da loro effettuati la scorsa primavera. A loro è toccato un pacco dono con peluche, spille e una mangiatoia da giardino per bambini.
Eurobirdwatching 2010: il 2 e 3 ottobre sono state le giornate europee dedicate all'osservazione della migrazione autunnale celebrata in contemporanea in 27 paesi europei. l'Oasi LIPU Arcola ha partecipato all'evento organizzando nelle giornate di sabato e domenica tre escursioni sul fiume per raccogliere dati sulle migrazioni; 20 le specie di uccelli osservate tra le quali lo sparviere e il raro falco di palude.

Per l'occasione, visita all'Oasi per i soci della LIPU Genovese capitanata dal delegato Aldo Vener. Gli amici genovesi hanno partecipato all'escursione di sabato mattina raccogliendo molte osservazioni nell'ambito dell'iniziativa Eurobirwathing.
Un saluto a tutti e a presto!
Davide Barcellone Resp. Oasi LIPU Arcola cell: 349.0956080

lunedì 27 settembre 2010

“EUROPEAN BIRDWATCH”: AMMIRARE LA MIGRAZIONE AUTUNNALE NELLE OASI E RISERVE LIPU

Milioni di uccelli selvatici lasceranno nelle prossime settimane l’Europa per migrare verso l’Africa, dove trascorreranno l’inverno. Lo ricorda la LIPU-BirdLife Italia che presenta l’Eurobirdwatch, l’evento di osservazione della migrazione che si terrà sabato 2 e domenica 3 ottobre nelle Oasi e Riserve dell’associazione e in numerose altre aree ad alto valore ornitologico sul territorio nazionale. La manifestazione, che si tiene nell’ambito del 2010 Anno internazionale della Biodiversità, è organizzata a livello europeo da BirdLife International. Per l’evento del 2-3 ottobre, che si terrà in contemporanea in 27 Paesi europei, l’Oasi LIPU Arcola celebrerà in contemporanea il suo primo anno di attività con un programma che prevede la liberazione di un rapace, laboratori didattici, visite guidate alla scoperta delle diverse specie di uccelli selvatici e degli habitat dell’Oasi, di estrema importanza in quanto situati lungo uno dei più importanti corridoi ecologici d’Italia, vero e proprio “ponte” tra la regione biogeografia mediterranea e quella continentale, dove gli uccelli migratori possono sostare prima di ripartire per il lungo viaggio verso Sud. Per i partecipanti vi sarà la possibilità di contribuire direttamente, con l’aiuto degli esperti LIPU, a un grande censimento europeo degli uccelli migratori.
Programma evento
Sabato 2 ottobre
Ore 9.30 inaugurazione della Mostra fotografica del concorso “IMMAGINI DALL’OASI” Ore 10.00 laboratorio didattico con le scuole di Arcola. Ore 12.00 liberazione di un rapace da parte delle scuole del Comune di Arcola Ore 12.30 rinfresco vegetariano con prodotti del territorio Ore 14.30 laboratorio didattico Ore 16.00 escursione birdwatching nell’ambito dell’evento EuroBirdwatch.
Domenica 3 ottobre
Ore 9.30 e 16.00 – escursioni birdwatching con i volontari dell’Oasi. nell’ambito dell’evento EuroBirdwatch. I partecipanti verranno coinvolti nell’osservazione e raccolta dati sull’avifauna migratoria. Per partecipare è obbligatorio prenotare, comunicando la propria adesione, telefonando o inviando mail. Per l’escursione si raccomandano calzature e abbigliamento adatti per un facile percorso escursionistico. E’ consigliabile munirsi di binocolo o cannocchiale. Per informazioni e prenotazioni contattare il Responsabile dell’Oasi Davide Barcellone Cell.: 349.0956080 Mail: oasi.arcola@lipu.it

giovedì 23 settembre 2010

Visitare l'Oasi in bicicletta


Da oggi c'è un'oppurtunità in più per visitare l'Oasi percorrendo i sentieri e le sterrate di tutto il parco fluviali noleggiando una bici! Grazie ad un accordo con EUROBIKES di Piero Arpesella è possibile noleggiare le vostre biciclette prelevandole nel punto vendita, noleggio ed assistenza EUROBIKES Romito Magra di Arcola, ad appena cinque minuti dall'Oasi. Tariffa noleggio di una bici per un giorno 20,00 € Tariffa convenzionata Soci LIPU per un giorno 15,00€ (occorre presentare tessera soci) Sono disponibili fino a 5 biciclette Per prenorare le vostre bici EUROBIKES di Piero Arpesella Via Provinciale, 87 - Romito Magra (SP) Tel. 0187.989477 - cell. 393.4003459 Per informazioni e visite guidate all'Oasi: cell 349.0956080 mail: oasi.arcola@lipu.it

mercoledì 15 settembre 2010

regolamento concorso fotografico "IMMAGINI D'OASI"

Regolamento concorso fotografico amatoriale “IMMAGINI DALL’OASI”

1- L’Oasi LIPU Arcola organizza un concorso fotografico a carattere amatoriale aperto a tutti
2- Il titolo del Concorso fotografico è “IMMAGINI DALL’OASI”
3- La partecipazione è gratuita.
4- Le sezioni tematiche del concorso sono tre e per ognuna è possibile concorrere con un massimo di tre opere:
- Tema macro: si intendono macro fotografia di dettagli, particolari di animali, piante e funghi
- Tema uccelli: si intendono tutte quelle immagini che raffigurano uccelli in atteggiamenti naturali in qualunque parte dei fiumi Magra e Vara.
- Tema habitat, scorci e suggestioni fluviali
5- Ogni partecipante può inviare tre fotografie per ogni tema del concorso in formato 24X30 (36 per analogico) montate su supporto forex bianco 3mm. Pero ogni immagine occorre indicare:
cognome, nome, indirizzo completo, luogo dello scatto, descrizione della foto, il titolo che ritiene più significativo.
Nel retro della foto dovrà essere indicato:
Cognome e Nome dell’Autore, Anno, mese e luogo in cui è stata scattata la foto

6- Possono essere inviate foto con soggetto ambientale-naturalistico scattate anche fuori dall’area Oasi ma rientranti nell’ambito territoriale del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra limitatamente alle aree del fiume Magra e Vara.
7- Le opere potranno essere consegnate a mano entro le ore 12.00 di venerdì primo ottobre 2010, presso il centro Visite dell’Oasi LIPU Arcola in loc. San Genesio di Arcola (SP).

8- Giuria selezionatrice: la giuria selezionatrice selezionerà e classificherà a suo insindacabile giudizio le opere meritevoli e si riserva di non accettare le immagini la cui realizzazione si presume abbiano recato danno alle specie ritratte.
9- Giuria popolare: la giuria sarà popolare, vale a dire che saranno i visitatori della mostra a votare le opere preferite tramite una scheda, con la possibilità di esprimere tre preferenze per ogni sezione proposta.
10- Le prime tre fotografie per ogni sezione del concorso che otterranno più preferenze, saranno inserite nella home page del blog dell’Oasi http://oasilipuarcola.blogspot.com.
11- Ogni autore è personalmente responsabile di quanto costituisce oggetto delle opere presentate.
12- I diritti e la proprietà delle immagini restano ai titolari delle immagini stesse, i quali concedono, a titolo gratuito, all’Oasi LIPU Arcola l’uso delle fotografie inviate al concorso, per i seguenti usi: la stampa di un eventuale catalogo, calendario o altro materiale informativo gratuito, la pubblicazione sul sito Web dell’Oasi e sui siti web in contesti legati al concorso, l’esposizione e la proiezione in manifestazioni promozionali, l’allestimento di mostre.
13- Le opere entreranno a far parte dell’Archivio Fotografico dell’Oasi e l’Oasi LIPU Arcola avrà la piena proprietà di utilizzo delle stesse.
14- L’Oasi si riserva il diritto di riprodurre o pubblicare le opere presentate con l’ obbligo di citare il nome dell'autore e altre informazioni (sito personale, mail, ecc) qualora vengano fornite.
15- Premiazioni:
1° classificato assoluto: stampa dell’opera in formato 100X70 su materiale a scelta (tela, stampa, ecc..)

Riconoscimenti morali e premi LIPU andranno alle tre opere che otterranno il maggior numero di preferenze per ogni sezione tematica del concorso.
16- I concorrenti con la partecipazione al concorso autorizzano l'organizzazione al trattamento dei dati al fine di ottenere aggiornamenti in merito agli sviluppi della presente iniziativa, ben inteso che i dati non saranno in nessun caso trasmessi a terzi, nel rispetto di quanto stabilito dal d.leg. n. 196/2003 sulla tutela dei dati personali. I dati personali potranno essere pubblicati on-line nel sito web dell’Oasi, sul eventuale catalogo del concorso e su qualsiasi altra pubblicazione. Il conferimento dei dati, è necessario al fine di poter partecipare al concorso. La informiamo che potrà esercitare i diritti previsti dall'art. 7 e seg. del d.lgs. n. 196/2003 (tra cui, a mero titolo esemplificativo, i diritti di ottenere la conferma dell'esistenza di dati che la riguardano e la loro comunicazione in forma intelligibile, la indicazione delle modalità di trattamento, l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati, la cancellazione) mediante richiesta rivolta senza formalità al Titolare del trattamento dei dati. Titolare del trattamento dei dati è LIPU Onlus, Via Trento 49 – 43100 Parma

“IMMAGINI DALL’OASI” Concorso fotografico amatoriale

L’Oasi LIPU Arcola organizza, con il patrocinio del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, il Comune di Arcola e la Provincia della Spezia, la prima edizione del concorso fotografico “IMMAGINI DALL’OASI”. Il concorso è a carattere amatoriale ed è aperto a tutti; la partecipazione è gratuita. Spirito dell’iniziativa è quello di dar spazio a passione, pazienza e bravura dei tanti fotografi non professionisti che frequentano l’Oasi e il Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra, offrendo loro la possibilità di esporre le opere che i visitatori potranno ammirare in mostra, apprezzando meraviglie e curiosità di un territorio al quale, per abitudine, volgiamo troppo spesso uno sguardo sbrigativo e superficiale. Le immagini partecipanti dovranno essere a tema naturalistico e saranno articolate in tre sezioni tematiche per stampe a colori. Le opere andtranno consegnate a mano presso il centro visite dell'Oasi entro le ore 12.00 del 1 ottobre 2010 Le opere saranno esposte il 2 ottobre presso il Centro Visite dell’Oasi in occasione dell’evento europeo Eurobirdwatch, manifestazione che si tiene nell’ambito del 2010 Anno internazionale della Biodiversità, organizzata in contemporanea a livello europeo da BirdLife International in 27 nazioni. La mostra rimarrà visitabile per tutto il mese di ottobre durante i giorni e gli orari di apertura del Centro Visite dell’Oasi. In quel periodo i visitatori potranno compilare una scheda di preferenza per giudicare le opere esposte. Al termine l’opera che otterrà in assoluto il maggior numero di preferenze avrà in premio la possibilità di essere stampata in formato 100X70 su materiale a scelta (tela, stampa, ecc..) offerta da LaboColor di Santo Stefano Magra; un riconoscimento morale e premi LIPU andranno alle opere che otterranno il maggior numero di preferenze per ogni tema del concorso. Le offerte raccolte dai visitatori della mostra verranno utilizzate in progetti di allestimento e manutenzione dei percorsi didattici dell’Oasi. Per ulteriori informazioni contattare l’Oasi al 349.0956080 o via mail oasi.arcola@lipu.it

LEGGI IL REGOLAMENTO

Davide Barcellone
Resp. Oasi LIPU Arcola

lunedì 23 agosto 2010

Venerdì liberazione di una civetta all'Oasi

L’Oasi LIPU Arcola, con il patrocinio del Parco Nat. Reg. di Montemarcello-Magra, del Comune di Arcola e della Provincia della Spezia, organizza per venerdì 27 agosto alle ore 19.00 la liberazione aperta al pubblico di un giovane di civetta curato e recuperato dai volontari dell’Associazione. La manifestazione si svolgerà in una radura presso il Centro Visite dell’Oasi LIPU in loc. San Genesio di Arcola (SP).

Come molti degli uccelli che ci vengono portati, anche la civetta che verrà liberata in questa occasione era stata trovata in difficoltà da alcuni cittadini di Arcola, i quali ci hanno contattato permettendone il salvataggio. Occorre ricordare però che nel periodo primaverile quando civette e altri strigiformi si rinvengono vicino casa o nei parchi si tratta spesso di giovani esemplari che escono dal nido rimanendo comunque nei pressi di esso, continuando ad essere alimentati dai genitori. Spesso i cittadini li raccolgono credendoli feriti o in difficoltà ma è un errore. Invitiamo quindi a non raccoglierli ma piuttosto a contattarci per chiedere consigli e valutare caso per caso!”

Le civette, al pari degli altri strigiformi, sono affascinanti rapaci notturni purtroppo ancora avvolti da un'aura di superstizione; la realtà ci parla invece di animali molto utili all'uomo e all'agricoltura, per esempio nel tenere sotto controllo specie indesiderate come i roditori. Allocchi, civette, barbagianni, assioli, gufi stanno purtroppo diminuendo di numero a causa dell'uso sconsiderato di pesticidi e della scomparsa dei luoghi adatti per la nidificazione.

Un modo per favorire la loro presenza ad esempio è quello di collocare nidi artificiali come è stato fatto nell'Oasi, dove un gruppo di volontari ha costruito e collocato alcuni di questi nidi su alti pioppi, con l'aiuto di corde e imbragature.

La liberazione verrà affidata a un bimbo tra i 9 e i 13 anni estratto a sorte tra quelli presenti.

Per maggiori informazioni e per collaborare alle attività dell’Oasi LIPU Arcola è possibile contattare il responsabile dell’Oasi Davide Barcellone: tel 349 0956080 e mail: oasi.arcolaipu.it o visitando il sito oasilipuarcola.blogspot.com.

Davide Barcellone

lunedì 16 agosto 2010

Serata rapaci notturni sabato

Caldo torrido per la serata dedicata ai rapaci notturni (avvenuta sabato 3 luglio 2010) che abbiamo deciso quindi di trasferire all'aperto, nella strada antistante il centro visite. Una trentina i partecipanti che hanno assistito al seminario proposto da Nicola che ha parlato della biologia ed etologia di questi animali, facendone ascoltare il canto. Ospite d'onore una giovane civetta che ci è stata consegnata qualche giorno prima da alcune persone che l'hanno ritrovata nel loro giardino.Infine dopo qualche difficoltà tecnica siamo riusciti attraverso computer e altoparlante a lanciare i richiami di alcuni rapaci notturni riuscendo a stimolare la risposta di una civetta e dell'assiolo, presenza quest'ultima piuttosto interessante per l'Oasi.

Notte di San Lorenzo 2010


Secondo appuntamento per l'Oasi per l'evento "La Notte delle Stelle". Innanzitutto l’evento si conferma essere uno dei più partecipati tra quelli in calendario, con circa 130 persone provenienti dai comuni circostanti ma anche tanti “vacanzieri”. Abbiamo offerto un banchetto di benvenuto con bevande del mercato equo e solidale, melone, anguria e stoviglie in amido di mais (lo scorso anno qualcuno si era giustamente lamentato della quantità di stoviglie di plastica). Molto interessante e partecipata la conferenza sulle stelle cadenti e il cielo d’agosto tenuta dagli astronomi dell’IRAS (Istituto spezzino ricerche astronomiche) seguita dall'osservazione del cielo (nuvoloso mannaggia) attraverso tre telescopi messi a disposizione dagli astrofili.Per finire, un’escursione notturna lungo il sentiero che attraversa il bosco planiziale tra un mare di grilli e qualche furtiva minilepre che ci ha attraversato la strada; solo una brevissima passeggiata ma molto apprezzata soprattutto dai tanti bimbi presenti. Il Parco di Montemarcello-Magra ha messo a disposizione due Guardiaparco che si sono date molto da fare aiutandoci a sistemare la platea e infine a riordinare e smontare tutto. Abbiamo fatto un nuovo socio, venduto un po’ di materiale e distribuito i nostri depliant e altro materiale informativo del Parco, nel complesso ci possiamo ritenere soddisfatti. Grazie ai volontari che ci hanno voluto e potuto aiutare nell'organizzazione della serata: Paolo, Orietta, Stefania, Franca, i Guardiaparco ed alcuni ragazzini venuti per assistere alla serata che, vistoci in difficoltà, si sono prestati a darci una mano nel servire melone ed anguria! Un saluto a tutta la lista Davide Barcellone Resp. Oasi LIPU Arcola Cell: 349 0956080

venerdì 30 luglio 2010

NOTTE DELLE STELLE martedi 10 agosto

Programma: ore 20.00 ritrovo presso il Centro Visite dell’ Oasi LIPU per un rinfresco a offerta libera a base di prosciutto, melone e anguria. ore 21.00 lI.R.A.S. (Istituto Spezzino di Ricerche Astronomiche) terrà una conferenza sotto le stelle sulla volta celeste. Al termine osservazione del cielo con telescopi. Al termine una breve escursione notturna con torce elettriche lungo i sentieri dell’Oasi sarà l’occasione di ascoltare rumori e suoni della notte, i versi dei rapaci notturni, il movimento furtivo dei piccoli mammiferi e dei molti abitatori del Parco. Si consiglia ai partecipanti di munirsi di asciugamano da mare o plaid, torce elettriche, calzature comode. Per informazioni: OASI LIPU 349 0956080; mail: oasi.arcola@lipu.it Web: oasilipuarcola.blogspot.com

martedì 29 giugno 2010

Domenica 4 luglio escursione all'Oasi

Domenica 4 luglio alle ore 10 escursione alla scoperta dell'Oasi LIPU Arcola nell'ambito della manifestazione "LA CORTE DEGLI AGRITURISMI" Sapori, Saperi, Colori e Atomosfere della Cultura Contadina, organizzata da Coldiretti La Spezia, Terranostra con il patrocinio di Regione Liguria, Camera di Commercio La Spezia, Comune di Arcola, in collaborazione con Pro Loco Arcola e Circolo Arci Arcola.
Per partecipare all'escursione telefonare al 349 095 6080

lunedì 28 giugno 2010

Una civetta ferita trova soccorso all'Oasi

Dopo essermi dedicato alla manutenzione dei sentieri e delle aree verdi, in ques'ultimo fine settimana di giugno mi sono occupato di riordinare e allestire il Centro Visite.

Allestimento acquario didattico:
ci è stato regalato da Vittorio un acquario usato da 80 L con luci, trasformatore e pompa. Mi sono perciò divertito a ripulirlo e allestirlo con sabbia e terriccio mettendo a dimora quattro piantine acquatiche. Ora aspetto qualche giorno per fare in modo che il filtro biologico si attivi popolandosi di batteri e microrganismi in grado di filtrare e disinquinare l'acqua da nitrati e nitriti. Poi lo popolerò di macroinvertebrati (larve di effimere, tricotteri, libellule, policheti, molluschi, ecc.).
Sarà quindi l'occasione per vedere da vicino il "micropopolo delle acque", questo esercito di organismi che in silenzio ogni giorno ci forniscono un grande servizio contribuendo a rendere pulita e potabile l'acqua. (per saperne di più clicca qui, o qui, o qui).Pulizia bagni: nota dolente dell'Oasi è la presenza di bagni che dovrebbero essere di servizio al Centro visite per il personale e i visitatori. I bagni ci sono ma purtroppo stiamo ancora aspettando che venga realizzata la fossa biologica. Così in questi ultimi mesi i locali adibiti a servizi igienici sono diventati un ripostiglio per ogni sorta di materiale. E' stato necessario così uno sgombero coatto con selezione e cernita dei materiali utili, al quale è seguita una pulizia radicale e la verniciatura del pavimento

Civetta ferita:
da quando si è sparsa la voce della nostra presenza qui all'Oasi
spesso ci telefonano per segnalare uccelli in difficoltà o chiedere consiglio su come soccorrere e dove portare uccelli ed altri animali feriti. Così oggi Donatella, un'abitante di Arcola, accompagnata da sua figlia mi ha consegnato una giovane civetta che il loro cane purtroppo aveva "masticato" un po’. La bestiola purtroppo aveva l'ala destra spezzata e si presentava debole e magra. I suoi bellissimi occhi parevano rassegnati e mi ha fatto davvero pena. Non potendole dare le cure necessarie, la nostra volontaria Orietta ha provveduto a consegnarla immediatamente al Centro WWF Recupero animali selvatici dei Ronchi di Massa dove i volontari si sono presi cura di Rosetta (questo il nome che chi me l'ha portata ha dato alla bestiola) somministrando cibo e vitamine. Se tutto andrà per il meglio, anche questa volta tra qualche mese potremmo liberarla qua all'oasi!

Visitatori:
l’Oasi è visitata da appassionati fotografi naturalisti che ogni volta non mancano di passare a salutare e scambiare due chiacchiere. In particolare ringrazio calorosamente Virgilio ed Ercole che hanno donato al Centro visite un CD, un calendario e un libricino da loro stampato e prodotto con le immagini più belle della giornata del 25 aprile quando abbiamo liberato la poiana e il gheppio! Se qualcuno fosse interessato ad averne una copia si faccia avanti.
Un saluto a tutti nella speranza di potervi vedere presto all’Oasi.

Davide Barcellone
Responsabile Oasi LIPU Arcola

mercoledì 16 giugno 2010

rapaci notturni una serata all'Oasi per conoscerli meglio



Proseguono le iniziative legate all'Anno Internazionale delle Biodiversità.
Sabato 19 giugno alle ore 21.00
presso il Centro visite dell'Oasi LIPU Arcola
il nostro socio Nicola Bracco terrà un seminario dedicato agli strigiformi, affascinanti rapaci notturni purtroppo ancora avvolti da un'aura di superstizione; la realtà ci parla invece di animali molto utili all'uomo e all'agricoltura, per esempio nel tenere sotto controllo specie indesiderate come i roditori. Allocchi, civette, barbagianni, assioli, gufi stanno purtroppo diminuendo di numero a causa dell'uso sconsiderato di pesticidi e della scomparsa dei luoghi adatti per la nidificazione. Un modo per favorire la loro presenza ad esempio è quello di collocare nidi artificiali come è stato fatto nell'Oasi, dove un gruppo di volontari hanno costruito e collocato alcuni di questi nidi su alcuni alti pioppi, con l'aiuto di corde e imbragature.

Ecco come Nicola Bracco ci parla della serata che presenterà:

"Un incontro per approfondire la conoscenza dell’affascinante mondo dei rapaci notturni. Capita spesso di ascoltare nella notte, sia in ambienti boschivi che nelle prossimità di centri urbani, le vocalizzazioni di tali specie di uccelli notturni che tuttavia non sempre è facile riconoscere. Il seminario ha proprio lo scopo di aiutare sia gli appassionati naturalisti che chi è solamente incuriosito della presenza dei rapaci notturni a individuare le varie specie in base ai loro canti. Magari si scoprirà che nel proprio giardino vive/nidifica una civetta o un assiolo. Sono queste due le specie che è frequente ascoltare anche in ambienti urbani. Negli ambienti boschivi è invece molto frequente udire l’inconfondibile canto territoriale dell’allocco. Molto più raro è invece il gufo comune. Meno sonoro è invece il suono emesso dal barbagianni che spesso nidifica in casolari abbandonati o in vecchi campanili."

La serata inizierà alle 21 con una presentazione sui rapaci notturni, seguita alle 22 da un'escursione notturna dove verranno effettuate prove di richiamo riproducendo con altoparlanti i canti degli strigiformi. La partecipazione è a offerta libera.
Si consiglia di indossare scarpe comode e di portare una torcia elettrica.